Ogni componente dell'alimentazione del gatto può aiutare a sostenere e gestire le sue sensibilità digestive, dal giusto mix di fibre alle proteine di alta qualità.

Non è infrequente per i gatti manifestare nell’arco della loro vita segni di sensibilità digestiva. Tuttavia, grazie ai consigli del Medico Veterinario e ad una nutrizione specifica è possibile favorire la loro salute ed il loro benessere Infatti, i diversi nutrienti dell’alimento prescelto, dalla specifica miscela di fibre alle proteine di elevata qualità, possono aiutare i gatti nella gestione delle sensibilità digestive.

Le proteine nell'alimentazione del gatto

Le proteine sono nutrienti importanti dell'organismo, sostenendo la struttura di pelle, pelo e artigli del gatto nonché degli anticorpi. Gli aminoacidi, i componenti delle proteine, possono essere convertiti in glucosio che, oltre a fornire energia ai vari distretti organici, contribuisce alle funzionalità cerebrali, renali e difensive del gatto.

In particolari condizioni, nei casi ad esempio di gatti allergici e/o intolleranti ad una determinata proteina oppure a seguito dell’ingestione di proteine scarsamente digeribili, potrebbero manifestarsi problematiche digestive. In simili situazioni, il poter offrire delle proteine altamente digeribili che non “sovraccaricano” il tratto gastrointestinale può aiutare a favorire la salute digestiva. Così come in presenza di gatti affetti da una allergia o una intolleranza alimentare, il poter disporre di alimenti specifici che impiegano una sola fonte proteica novella (non comune) o proteine idrolizzate può contribuire alla salute ed al benessere del gatto.

I grassi nell'alimentazione del gatto

Il fabbisogno in carboidrati dei gatti non è pari a quello dell’uomo. Tuttavia, i carboidrati sono altresì importanti nella alimentazione del gatto in quanto apportano glucosio ed energia.

Si pensa erroneamente che i gatti possano soffrire di intolleranze al glutine o di celiachia proprio come gli umani: ad oggi non vi sono evidenze scientifiche a supporto di tali affermazioni. I gatti con sensibilità digestive possono trarre beneficio da fonti di carboidrati altamente digeribili come il riso.

I carboidrati nell’alimentazione del gatto

Il fabbisogno in carboidrati dei gatti non è pari a quello dell’uomo. Tuttavia, i carboidrati sono altresì importanti nella alimentazione del gatto in quanto apportano glucosio ed energia. Si pensa erroneamente che i gatti possano soffrire di intolleranze al glutine o di celiachia proprio come gli umani: ad oggi non vi sono evidenze scientifiche a supporto di tali affermazioni. I gatti con sensibilità digestive possono trarre beneficio da fonti di carboidrati altamente digeribili come il riso.

Gatto adulto in piedi in casa che mangia da una ciotola argento.

Le fibre nell'alimentazione del gattoone del gatto

L’apporto adattato in una specifica miscela di fibre nell'alimentazione del tuo gatto può contribuire alla salute digestiva. Oltre a favorire la motilità intestinale, un adeguato quantitativo in fibre specifiche può aiutare la naturale eliminazione dei boli di pelo, una sensibilità particolarmente frequente in determinati gatti che vivono in casa. Le fibre solubili poi oltre a favorire la peristalsi intestinale promuovono l’equilibrio della flora microbica.

Vitamine, minerali e altri nutrienti nell’alimentazione del gatto

L’alimentazione del tuo gatto deve prevedere un adeguato apporto anche in minerali e vitamine per favorire l’espletamento delle svariate funzioni organiche.
Ogni vitamina e minerale assolve a varie funzioni diverse: ad esempio la vitamina E che, oltre a nutrire la pelle, è anche un potente antiossidante.

Prebiotici e probiotici possono aiutare anche nella gestione delle sensibilità digestive del tuo gatto. I prebiotici sono substrati non digeribili che alimentano i batteri buoni della microflora batterica intestinale consentendogli di svilupparsi, mentre i probiotici sono organismi viventi che contribuiscono all’equilibrio della flora batterica. Entrambi aiutano a mantenere la salute digestiva ed il benessere del tuo animale.

Se ritieni che il tuo gatto manifesti delle sensibilità digestive, consulta il tuo Medico Veterinario per ricevere utili consigli sull’alimento specifico da offrire al tuo gatto per contribuire alla sua salute.

  • Salute digestiva
Articoli correlati
Ageing cat lying down asleep on a cushion.

Cosa non dare da mangiare ai gatti

Gatto adulto sdraiato in casa su una coperta bianca.

Segni di disturbi digestivi nel gatto

Gatto adulto sdraiato in casa su una coperta color crema.

Disturbi digestivi nel gatto: come riconoscerli e gestirli

Trova un medico veterinario

Se hai dubbi sulla salute del tuo gatto, consulta un medico veterinario per un consiglio professionale.

Cerca vicino a me
Maine Coon adulto in piedi in bianco e nero su sfondo bianco