Aiutare cani e gatti a vivere nel modo più sano possibile.

Rinfrescare il gatto in estate

Rinfrescare il gatto in estate
Il caldo estivo e il sole possono essere un problema serio per i nostri cani e gatti, per questo è importante prendersi cura del loro benessere.

Per esempio, sapevi che cani e gatti possono scottarsi al sole? O che il gatto non riesce a regolare la temperatura facilmente? O che tosare il pelo del gatto potrebbe comportare più svantaggi che vantaggi? Ecco alcuni suggerimenti da tenere in considerazione per mantenere il tuo animale a suo agio nella calura estiva.

  • Gli animali che patiscono maggiormente il caldo sono quelli in sovrappeso, anziani e alcune razze con pelo folto come il Norvegese delle Foreste, il Maine Coon o il Persiano che ha anche il muso brachicefalo, con difficoltà quindi respiratorie.
  • Scottature: anche i gatti necessitano di adeguata protezione solare sulle zone sensibili e meno protette dal pelo come la punta delle orecchie, il naso e le altre aree esposte ai raggi solari. Gli animali con la pelle rosa, glabri o i mantelli chiari sono più vulnerabili. Un esempio per tutti, il gatto Sphinx o il Devon Rex. Se non puoi evitarla, circa mezz'ora prima dell'esposizione al sole, applica una protezione solare adatta al tuo animale, avendo cura di evitare creme a base di ossido di zinco, in quanto tossico; proteggerlo anche con una maglietta può aiutarlo a evitare fastidiose irritazioni.
  • Il gatto fatica a termoregolare: come il cane, non è dotato di ghiandole sudoripare sul corpo, per questo sudano soltanto attraverso i polpastrelli, con un’efficienza bassa. Quando ha molto caldo, il tuo amico felino respira anche a bocca aperta, ma la traspirazione è comunque insufficiente per abbassare adeguatamente la sua temperatura corporea. Per questo durante la stagione calda è importantissimo che il tuo gatto rimanga idratato e al fresco, per prevenire il colpo di calore. I segni del colpo di calore possono includere il respiro affannoso, letargia, debolezza, salivazione abbondante, febbre alta, gengive rosso scuro, battito cardiaco accelerato, insensibilità all'ambiente circostante e vomito.
  • È importante lasciare sempre a disposizione dell’acqua fresca (non fredda), cambiandola spesso, e dare la razione di alimento durante le ore meno calde della giornata.
  • L’automobile è pericolosa: uno studio della Stanford University ha dimostrato che, indipendentemente dalle temperature esterne, la temperatura all'interno dell’abitacolo può aumentare di oltre 5 °C ogni ora. Per questo motivo, non devi lasciare il tuo animale domestico in macchina, neanche per pochi minuti, neanche all’ombra.
  • Non tosare il tuo gatto: il mantello lo isola dal caldo, quindi la tosatura non è la strategia migliore. Risulta più importante sfoltire il pelo spazzolandolo, per eliminare il sottopelo e ridurre la temperatura corporea. Se necessario, bagnalo spesso.
  • Evita il caldo eccessivo: assicurati di non far affaticare il tuo gatto nei momenti più caldi della giornata e trova subito zone d'ombra per farlo riposare quando è il momento.

Se hai altri dubbi riguardo alla cura del tuo gatto durante i mesi più caldi, consulta un Medico Veterinario. Potrà offrirti un aiuto e una consulenza professionale per il tuo animale domestico.

Metti mi piace e condividi questa pagina

Articoli correlati
Adult cat lying down indoors.

Incontinenza urinaria nel gatto

Adult cat lying down looking at a grooming brush with white hair on it.

Il mio gatto sta perdendo il pelo

Gatto adulto sdraiato in casa su una coperta color crema.

Come evitare i problemi di stomaco nei gatti