Aiutare cani e gatti a vivere nel modo più sano possibile.
Gattino

Virus dell'immunodeficienza felina

Kitten lying on a table being examined by a vet
Il virus dell'immunodeficienza felina (FIV) può essere paragonato al virus dell'HIV umano e interessa una percentuale compresa tra l'1% e il 5% della popolazione felina. I gatti che contraggono la FIV rimangono infetti per tutta la vita.

Cos'è il virus dell'immunodeficienza felina?

Il virus dell'immunodeficienza felina (FIV) è un retrovirus che può essere paragonato al virus dell'HIV umano, presente in una percentuale compresa tra l'1% e il 5% della popolazione felina. È importante sottolineare che non è trasmissibile all’uomo o ad altre specie animali.

GIi animali che contraggono la FIV rimangono infetti per tutta la vita.

Come si diffonde la FIV tra le colonie feline?

Il virus non è resistente nell’ambiente, ma si trasmette tramite il contatto diretto da un animale infetto a uno sano, con scambio di fluidi organici come sangue o saliva o con l’accoppiamento.

Il contagio più comune tra i gatti avviene attraverso la lotta, pertanto si riscontra con maggiore frequenza nei maschi non sterilizzati che, liberi di circolare all'esterno, tentano di definire il loro territorio graffiando e mordendo altri felini.

La malattia può diffondersi anche in seguito a trasfusioni di sangue qualora tale sangue non sia stato precedentemente analizzato e il donatore sia positivo alla patologia.

Cosa succede in caso di infezione da FIV?

La FIV progredisce molto lentamente negli anni, distruggendo i globuli bianchi del gatto e compromettendo, di conseguenza, la sua capacità di reagire alla malattia. Questo indebolimento del sistema immunitario si traduce in una particolare esposizione a infezioni secondarie e a patologie concomitanti, con difficoltà di ritorno a uno stato di salute normale.

Quali sono i sintomi della FIV?

I sintomi della FIV sono diversi e si manifestano dopo un periodo più o meno lungo di incubazione del virus. Come proprietario, devi prestare particolare attenzione a ognuno di essi e segnalarli al tuo Medico Veterinario:

  • Stomatiti e gengiviti
  • Perdita di peso
  • Febbre
  • Infezioni
  • Diarrea
  • Letargia
  • Ingrossamento dei linfonodi

I gatti infetti possono sviluppare anche malattie neurologiche e alcuni tipi di cancro.

Esistono test che consentono di diagnosticare la FIV?

Il Medico Veterinario sarà in grado di determinare se il gatto adulto o il gattino è stato infettato dal virus della FIV attraverso un semplice e veloce esame del sangue. Bisogna considerare la possibilità di un falso positivo o negativo (quando il contagio è avvenuto ma gli anticorpi non sono ancora presenti), ma le percentuali di attendibilità del test sono alte; in caso di dubbio, meglio ripeterlo dopo sei mesi dal presunto contagio per avere la certezza.

Se il mio gatto ha contratto la FIV, devo prendere in considerazione la possibilità di praticargli l'eutanasia? Come lo posso curare?

Anche se attualmente non esiste né vaccino né cura risolutiva, la diagnosi di FIV non rappresenta un motivo valido per ricorrere all'eutanasia! Un gatto FIV positivo se ben gestito può avere una buona qualità di vita.

Bisogna avere riguardo nel mantenere sani questi animali: un ambiente sicuro, l’alimento corretto, controlli periodici dal Medico Veterinario e segnalazione immediata dei primi sintomi sono fondamentali, nonché il completamento dei normali protocolli vaccinali per proteggerli da ulteriori patologie.

E se ci sono più gatti in casa?

Qualora un gatto sia FIV positivo, bisogna testare anche gli altri per capire se ne sono affetti o meno; se lo sono tutti, la gestione risulta più semplice, se invece gli altri sono sani è importantissimo evitare il rischio di contagio: per questo, è tassativo tenere le ciotole accuratamente separate ed evitare contatti non controllati tra i gatti, affinchè non insorgano episodi di lotta o di scambio di saliva/sangue infetti. Nel caso non siano sterilizzati, è consigliabile valutare l’intervento per evitare sia l’accoppiamento che le rivalità.

Nel caso in cui la convivenza sia invece con un cane o altre specie animali, non ci sono rischi di trasmissione di malattia.

Per ogni dubbio o per la gestione, chiedi al tuo Medico Veterinario.

  • Gattino

Metti mi piace e condividi questa pagina

Nutrizione su misura per il gattino

Formule nutrizionali che aiutano a sostenere le difese naturali del tuo gattino, favorire una crescita armoniosa e la salute digestiva.

Prodotti per gattini
Kitten product range pack shot
Articoli correlati
Kitten cats walking outdoors in long grass.

Le 5 principali fasi di crescita del tuo gattino

Adult cat lying down on owners knee while being groomed with a red brush.

Suggerimenti sull'igiene e sulla toelettatura del tuo nuovo gattino

Adult cat sitting down drinking from a white bowl.

Nutrizione del gattino illustrata

Trova un medico veterinario

In caso di dubbi sulla salute del tuo gatto, consulta un medico veterinario per ricevere assistenza professionale.

Cerca vicino a me
Maine Coon adulto in piedi in bianco e nero su sfondo bianco