Accumula punti e vinci gadget, sconti e alimenti con il concorso PRIMI PASSI

Scopri di più

Parliamo dei Carlini

Un membro molto popolare del gruppo di razze toy, il Carlino è un concentrato canino di divertimento, con un corpo a forma di botte. Con il suo aspetto unico, è sempre la star dello spettacolo e ha anche un carattere dolce, giocherellone. Ha anche un mantello facile da toelettare, non richiede molto esercizio e non è nemmeno una razza che abbaia molto. Il Carlino ha anche il suo motto latino, ovvero "Multum in Parvo" che si traduce come: "Molto in poco", vale a dire "un grande cane in un piccolo corpo".

Nome ufficiale: Carlino

Altri nomi: cane Carlino, Carlino cinese

Origini: Cina

Carlino in piedi di fronte alla fotocamera in bianco e nero
  • 1 out of 5
  • 2 out of 5
  • 4 out of 5
  • 1 out of 5
  • 1 out of 5
  • 4 out of 5
  • 1 out of 5
  • 2 out of 5
  • 5 out of 5
  • 1 out of 5
  • 4 out of 5
* Consigliamo di non lasciare i propri animali domestici da soli per lunghi periodi di tempo. La compagnia può ridurre il disagio emotivo e i comportamenti non appropriati. Contatta il tuo Medico Veterinario per ricevere consigli al riguardo. Ogni cane è unico, anche rispetto agli altri membri della sua stessa razza. Pertanto, questa panoramica di caratteristiche specifiche viene fornita a titolo esclusivamente indicativo. Per avere un animale sereno, in salute ed equilibrato, consigliamo di educarlo e farlo socializzare. E' importante inoltre soddisfare i fabbisogni di base per favorire il suo benessere (e le sue esigenze sociali e comportamentali). Gli animali domestici non dovrebbero mai essere lasciati da soli con i bambini senza la supervisione di una persona adulta. Contatta il tuo allevatore o il Medico Veterinario per ulteriori consigli. Tutti gli animali domestici sono socievoli e prediligono la compagnia. Tuttavia, si può insegnare loro ad affrontare la solitudine fin dalla tenera età. Contatta il tuo Medico Veterinario o il tuo allevatore per ricevere consigli al riguardo.
Illustrazione di un Carlino in nero e beige
26 - 33 cm26 - 33 cm
6.3 - 8.1 kg6.3 - 8.1 kg
Dalla nascita fino a 2 mesiDa 10 mesi a 8 anni
Da 8 a 12 anniDa 12 a 20 anni
Due Carlini in piedi di fronte alla fotocamera su una roccia
1/7

Imparare a conoscere il Carlino

Tutto ciò che c'è da sapere sulla razza

Carino, eccentrico e bizzarro, il Carlino sembra quasi un "Baby Yoda" della vita reale. Molto richiesti, soprattutto dalle famiglie, sono rinomati per la loro indole docile. Sono fantastici con i bambini e altri animali domestici, una volta addestrati – soprattutto perché hanno un lato giocherellone – ed inoltre i Carlini sono cagnolini piuttosto intelligenti.

I Carlini hanno anche il vantaggio di essere una razza che non richiede una gestione troppo complessa. Il loro mantello corto e liscio li rende facili da toelettare e hanno bisogno solo una moderata quantità di esercizio fisico. Si tratta anche di una razza abbastanza silenziosa, infatti il Carlino non tende ad abbaiare così tanto.

Una delle razze preferite degli amanti dei cani da soli 2.000 anni, il Carlino è stato originariamente allevato in Cina, dove i cani dal muso schiacciato sono sempre stati in voga. Introdotti in Europa nel XVI secolo, sin da allora sono cani molto amati in tutte le parti del mondo.

Appartiene al gruppo dei cani Toy, tuttavia il Carlino è l'unico all'interno di tale gruppo ad aver condiviso le proprie origini con i Mastiff. In particolare, entrambe le razze hanno in comune le stesse caratteristiche rughe.

Piccoli ma solidi, i Carlini hanno un pelo morbido e liscio disponibile in una gamma di colori, dall'argento e albicocca al fulvo e al nero. Hanno anche un muso particolarmente espressivo. Noti anche per il corpo a forma di botte, la loro silhouette è completata dalla caratteristica coda arricciata.

Una cosa da tenere a mente è che la loro statura tozza e la tendenza a starsene spaparanzati sul divano possono rendere i Carlini inclini ad aumentare di peso. Ma non c'è bisogno di preoccuparsi molto; fintanto che hanno l'alimentazione giusta e il giusto livello di esercizio fisico, non è difficile mantenere il tuo Carlino al massimo della forma. A proposito, con un'aspettativa di vita media da 12 a 15 anni, il Carlino ha anche una durata di vita abbastanza buona.

Un ospite fisso popolare nel cinema e in televisione, il Carlino compare spesso sui nostri schermi. Per fare un esempio, nei film di Men in Black troviamo Frank, un immaginario Carlino parlante. Inoltre, nella serie TV Spin City, il Carlino di Carter, Rags, ruba spesso la scena - e un Carlino chiamato Bess appare anche in The West Wing. Sono tutti delle star!

Carlino nero in piedi sull'erba
2/7

Due aspetti del Carlino

1. Questione di starnuti

Se si eccitano eccessivamente, i Carlini sono inclini a un fenomeno noto come "starnuti inversi", che li fa sussultare e sbuffare. Tuttavia, questo fenomeno di solito non è dannoso e massaggiare la gola e calmarli con parole rilassanti può aiutare a rendere più brevi tali episodi.

2. Il collegamento francese  

Giuseppina Bonaparte, moglie di Napoleone, era una fan dei Carlini e ne aveva uno di nome "Fortune". Inoltre, quando è stata imprigionata a Parigi, ha inviato messaggi nascondendoli sotto il collare del cane. Per ulteriori informazioni sulla storia del Carlino, vedi sotto...

Carlino seduto di fronte alla fotocamera in bianco e nero
3/7

Storia della razza

Con origini che risalgono ad almeno 2.000 anni fa - e molto probabilmente ancora prima - il Carlino è una delle razze più antiche. Ha anche un'illustre eredità canina. La popolazione del Carlino ricevette un ulteriore impulso in Inghilterra con l'assalto al Palazzo Imperiale di Pechino nel 1860.

Quando gli inglesi tornarono a casa, portarono con sé alcuni dei cani che avevano trovato in Cina. La razza ha successivamente trovato fama anche negli Stati Uniti ed il Carlino è stato riconosciuto dall'American Kennel Club nel 1885. Più recentemente, ha continuato a guadagnare popolarità e questa razza è ora tra le più ambite varietà di cani toy.

4/7

Dalla testa alla coda

Caratteristiche fisiche dei Carlini

1
2
3
4
5

1.Testa

Il muso è corto e smussato con un naso a bottone e una bocca delicata.

2.Muso

Il muso è corto e smussato con un naso a bottone e una bocca delicata.

3.Corpo

Il corpo corto, con una forma che ricorda un barile, ha un petto ampio e una linea superiore dritta.

4.Mantello

Il pelo è morbido e liscio e può essere argento, albicocca, fulvo o nero.

5.Coda

La coda è attaccata alta e forma un ricciolo stretto sull'anca.
Carlino cucciolo seduto sull'erba mentre guarda la fotocamera
5/7

Aspetti da osservare

Dai tratti specifici della razza a una panoramica generale sulla salute, ecco alcuni aspetti interessanti che riguardano il Carlino

È meglio lasciare che dell'allevamento si occupino i professionisti

Uno dei problemi meno noti che potrebbero interessare il tuo Carlino – nel caso fosse una femmina – è una condizione chiamata "distocia". In sostanza, si tratta di una difficoltà nel parto e significa che i Carlini possono spesso richiedere un taglio cesareo per garantire che avvenga un parto sicuro. Poiché questa è un operazione chirurgica che può risultare difficoltosa per il Carlino, si consiglia vivamente di sterilizzarlo. In ogni caso, è meglio lasciare che dell'allevamento se ne occupino i professionisti, che sapranno come garantire la sicurezza sia della madre che dei suoi cuccioli. Gli allevatori responsabili esamineranno anche varie condizioni ereditarie e alleveranno in maniera selettiva, per assicurarsi che determinate caratteristiche non diventino troppo esagerate.

Possono essere soggetti anche a problemi respiratori

Il Carlino è una razza "brachicefalica", il che significa che può essere soggetto a difficoltà respiratorie a causa della forma della testa, del muso e della gola. Altre razze di questo tipo sono i Bulldog francesi e inglesi, il Pechinese e il Boston Terrier. Nel caso del Carlino, le vie respiratorie sono particolarmente compatte. Ciò significa anche che i Carlini non tollerano molto bene il caldo e possono essere soggetti a colpi di calore, quindi le loro passeggiate devono essere programmate di conseguenza. Come sempre in questi casi, prevenire è meglio che curare, quindi è importante acquistare cuccioli da un allevatore responsabile che punterà a selezionare cani più sani possibile.

I problemi agli occhi sono un'altra area di interesse

I grandi occhi a forma di globo dei Carlini sono una delle loro caratteristiche più amate. Ma possono anche essere soggetti ad alcuni potenziali problemi. Tra questi ci sono la cataratta, le ulcere corneali e i disturbi delle palpebre/ciglia, nonché una condizione chiamata cheratopatia pigmentosa che è comune nei cani brachicefalici. Poiché la diagnosi precoce può spesso aiutare a evitare problemi più seri, è una buona idea far controllare regolarmente gli occhi del Carlino per eventuali segnali di pericolo. Le sessioni settimanali di toelettatura del tuo Carlino possono essere un buon momento per effettuare questo controllo. Inoltre, è possibile prenotare regolari esami ottici con il tuo medico veterinario per acquisire una maggior tranquillità.

Alimentazione sana, cane sano

Quando si sceglie l'alimento per un Carlino, i fattori da considerare sono molti: età, stile di vita, livello di attività fisica, condizione psicologica e salute, incluse potenziali malattie o sensibilità. Il cibo fornisce energia per supportare le funzioni vitali di un cane e una formula nutrizionale completa deve contenere un adeguato equilibrio di nutrienti per evitare qualsiasi carenza o eccesso nell'alimentazione del tuo animale, poiché tali condizioni possono avere effetti negativi sulla sua salute. Acqua pulita e fresca deve essere sempre a disposizione per garantire la salute delle vie urinarie del tuo cane. Durante la stagione calda e in particolare durante l'esercizio fisico, porta con te dell'acqua per permettere al cane di bere frequentemente. Ecco alcuni consigli per mantenere il tuo animale in salute. Se il tuo cane ha problemi di salute, consulta il tuo Medico Veterinario, il quale ti prescriverà alimenti dietetici specifici.

Il fabbisogno di energia, proteine, minerali e vitamine di un cucciolo di Carlino è decisamente superiore a quello di un esemplare adulto. Necessita infatti di energia e nutrienti per mantenere in forma il proprio organismo, ma anche per permettergli di crescere e svilupparsi correttamente. Fino ai 10 mesi, le difese naturali dei cuccioli di Carlino si sviluppano gradualmente. Una formula con antiossidanti, inclusa la vitamina E, può aiutarli a sostenere le loro difese naturali durante questa fase di grandi cambiamenti, scoperte e nuovi incontri. Anche le loro funzioni digestive sono diverse dai Carlini adulti: il loro apparato digerente non è ancora completamente sviluppato, quindi è importante fornire loro proteine altamente digeribili che saranno utilizzate in maniera efficace. I prebiotici, come i frutto-oligosaccaridi (FOS), sostengono la salute digestiva favorendo l'equilibrio della flora intestinale e migliorando la qualità delle feci.

La natura brachicefalica del Carlino è un fattore importante da prendere in considerazione quando si devono scegliere crocchette che abbiano dimensioni, forma e texture in grado di facilitare la presa e incoraggiare la masticazione. Questa intensa fase di crescita implica anche notevoli esigenze energetiche, per questo l'alimentazione deve prevedere un elevato tenore energetico (espresso in Kcal/100 g di alimento). Analogamente anche la concentrazione di tutti gli altri nutrienti sarà maggiore rispetto alla norma, in un alimento specificatamente formulato per la crescita dell'animale. È consigliabile suddividere la razione giornaliera di cibo in tre pasti fino all'età di sei mesi per poi passare a due pasti al giorno.

È importante evitare di somministrare al cane i nostri cibi o degli snack grassi. Puoi invece premiarlo con crocchette prelevate dalla sua razione, seguendo rigorosamente le linee guida relative all'alimentazione riportate sulla confezione per evitare un eccessivo aumento di peso.

I principali obiettivi nutrizionali di un Carlino adulto sono:

Preservare la salute della pelle supportando la barriera cutanea con una formula arricchita di acidi grassi essenziali (in particolare EPA-DHA), amminoacidi essenziali e vitamine del gruppo B.

Mantenimento del tono muscolare con un contenuto proteico adattato e antiossidanti

Mantenere il peso forma usando ingredienti altamente digeribili e limitando il contenuto di grassi a un livello ragionevole.

Una volta diventati adulti, i cani di piccola taglia sono esposti a disturbi orali e dentali e, più precisamente, ad accumulo di placca dentale e tartaro. I denti e le mascelle del Carlino hanno bisogno di molta protezione. Una formula contenente chelanti del calcio aiuterà anche a ridurre la formazione del tartaro, contribuendo a supportare l'igiene orale quotidiana. La forma e le dimensioni della crocchetta devono essere progettate per facilitare l'assunzione da parte del tuo cane brachicefalico e la consistenza dovrebbe incoraggiarlo a masticare prima di deglutire. I cani di piccola taglia hanno notoriamente un palato esigente. Formula e aromi esclusivi, oltre ad un formato e una consistenza speciali della crocchetta, stimoleranno il loro appetito. I cani di piccola taglia possono essere inclini alla formazione di calcoli urinari. Si consiglia un'alimentazione che contribuisca anche a supportare un sistema urinario sano per controllare questa patologia. Per i Carlini che vivono principalmente in ambienti chiusi, proteine altamente digeribili, un adeguato contenuto di fibre e fonti di carboidrati di altissima qualità aiuteranno a ridurre l'odore e il volume fecali. I cani che vivono in casa spesso non fanno sufficiente esercizio, pertanto un contenuto calorico adeguato, che soddisfi il ridotto fabbisogno energetico, e un'alimentazione contenente L-carnitina, che promuova il metabolismo sano dei grassi, agevolano il mantenimento del peso ideale. Oltre alla vita in casa, anche la sterilizzazione è un fattore importante nei cani sovrappeso.

Dopo gli 8 anni, i Carlini iniziano ad affrontare i primi segni di invecchiamento. Una formula arricchita con antiossidanti aiuterà a mantenere la vitalità del tuo animale e un contenuto di fosforo adeguato sosterrà il suo sistema renale. L'età anziana è anche accompagnata da fabbisogni nutrizionali specifici, per questo il cibo per i Carlini anziani dovrà presentare le seguenti caratteristiche:

Maggiore contenuto di vitamine C ed E. Questi nutrienti hanno proprietà antiossidanti e aiutano a proteggere le cellule dell'organismo dagli effetti dannosi dello stress ossidativo legato all'invecchiamento.

Proteine di alta qualità. Al contrario di quanto si pensi, ridurre il contenuto proteico dell'alimento porta scarso beneficio nel limitare l'insufficienza renale. Inoltre, i cani anziani utilizzano meno efficacemente le proteine alimentari rispetto ai cani più giovani. Ridurre il contenuto di fosforo è un buon modo per rallentare il graduale deterioramento della funzionalità renale.

Una percentuale maggiore di oligoelementi come ferro, zinco e manganese aiutano a mantenere pelle e pelo in buone condizioni.

Un maggiore contenuto di acidi grassi polinsaturi (acidi grassi omega-3 e omega-6) per mantenere la qualità del mantello. I cani sono, di norma, in grado di sintetizzare gli acidi grassi, ma l'invecchiamento può influenzare questo processo fisiologico.

Quando invecchiano, i cani potrebbero soffrire di problemi dentali. Per assicurarsi che continuino a mangiare in quantità sufficiente, le dimensioni, la forma e la texture delle crocchette devono essere adattate alla loro mascella.

Carlino in piedi di fronte alla fotocamera su una roccia
6/7

Prendersi cura del Carlino

Suggerimenti su toelettatura, addestramento e attività fisica

Dato che si tratta di una razza a cui piace moltissimo rilassarsi con i proprietari sul divano e adora anche mangiare, è importante che i Carlini vengano allenati ogni giorno. Un'ora dovrebbe bastare, ad esempio camminando al parco per cani, o facendoli divertire giocando in giardino.

Una cosa da ricordare è che i Carlini sono meno adatti a correre, dato che questa attività potrebbe causarne l'iperventilazione. Inoltre, quando fa caldo, è meglio portarli fuori all'inizio o alla fine della giornata per evitare il sole di mezzogiorno. Poiché generalmente non sanno nuotare, anche l'acqua dovrebbe essere evitata.

Uno dei tanti vantaggi di avere un Carlino è che richiede una toelettatura minima. Il mantello corto e liscio si prende quasi cura da solo, davvero. Tutto ciò di cui avrà bisogno è una delicata spazzolata con una spazzola a setole medie o un guanto per toelettatura una volta a settimana. I Carlini non avranno nemmeno bisogno di fare il bagno a meno che non si siano rotolati nel fango. Solo un avvertimento: i Carlini possono perdere molto pelo durante la stagione della muta, quindi avranno bisogno di una spazzolatura extra per rimuovere i peli morti. Le unghie devono essere mantenute corte con un taglio regolare e orecchie e occhi vanno controllati per rilevare eventuali problemi. Infine, è importante lavare i denti frequentemente, così come sottoporre il tuo Carlino a controlli dentistici periodici.

Anche se è vero che il Carlino è l'animale da compagnia perfetto, questi cagnolini possono essere un po' testardi a volte, specialmente quando si tratta di addestramento domestico. I Carlini trarranno vantaggio, quindi, dall'apprendimento precoce nelle lezioni di addestramento dei cuccioli. Una volta che si sono abituati alle varie situazioni, dimostrano di essere animali piuttosto intelligenti e imparano rapidamente. Beneficeranno anche della socializzazione precoce, altro aspetto derivante dalla frequentazione di queste lezioni. È sempre meglio adottare un addestramento basato su ricompensa e rinforzo positivo, poiché i Carlini possono essere abbastanza sensibili e prosperano grazie all'incoraggiamento e alle lodi. Successivamente, i Carlini possono rispondere positivamente ad attività come l'obedience.

7/7

Tutto sui Carlini

Fonti
  1. Veterinary Centers of America https://vcahospitals.com/
  2. Royal Canin Dog Encyclopaedia. Ed 2010 e 2020
  3. Banfield Pet Hospital https://www.banfield.com/
  4. Royal Canin BHN Product Book
  5. American Kennel Club https://www.akc.org/

Metti mi piace e condividi questa pagina