Microflora e digestione

20/09/2018

Come digeriscono i gatti?

I gatti mostrano dei palati raffinati fin da piccoli. E non c'è da meravigliarsi, perché le loro papille gustative sono pienamente operative già dalle prime fasi della vita dandogli la possibilità di distinguere i vari sapori fin da piccolissimi. Ma il cibo non soddisfa solo l’appetito, è un elemento cruciale per il mantenimento della condizioni di salute generali, dovendo apportare i nutrienti essenziali per l’organismo.

Content Block With Text And Image 2

Dopo l’ingestione del pasto, il cibo attraverso l'esofago raggiunge lo stomaco. E’ sottoposto ad una iniziale digestione da parte degli enzimi gastrici, per poi passare nell'intestino tenue. Occorrono 12-24 ore affinché il pasto ingerito dal tuo gatto percorra l'intero apparato digerente, che rappresenta circa il 3% del suo peso corporeo totale. La grande superficie mucosa dell'intestino tenue favorisce l’assorbimento dei nutrienti una volta digeriti e ridotti in piccoli “pezzi”. L'intestino crasso è l'ultimo tratto dell’apparato digerente e ha il compito di favorire l’evacuazione degli elementi di scarto (feci) del gatto.

Content Block With Text And Image 4

Evidenze scientifiche confermano che nutrienti altamente digeribili favoriscono il processo digestivo. In tale modo si aiuta l’assorbimento dei nutrienti essenziali di cui i gatti hanno bisogno per supportare una crescita armoniosa. Si limitano anche le fermentazioni coliche e si contribuisce all’equilibrio della microflora intestinale ( i cosiddetti “batteri buoni”) favorendo la salute digestiva e riducendo il rischio di diarrea e/o carenze nutrizionali che potrebbero trasformarsi in seri problemi di salute nel lungo periodo.

Perché la digestione nei gattini è così delicata?

I gattini nascono con un apparato digerente immaturo e delicato. Alla nascita riescono a digerire solo il latte della madre. Col tempo, perdono la capacità di assimilare il lattosio contenuto nel latte: questo è il motivo per cui la maggior parte dei gatti adulti non riesce a digerire e a tollerare il latte. La composizione unica del latte della gatta è perfettamente tarata per soddisfare gli specifici fabbisogni dei suoi piccoli – ecco perché il latte vaccino o di altra specie non è adatto ai gattini e ancora peggio può rendersi responsabile di carenze nutrizionali oltre che di problematiche digestive più o meno gravi a seconda dei casi. Quando i gattini non riescono ad essere nutriti dalla madre, sarebbe opportuno ricorrere a dei sostituti del latte dalla formula molto simile a quella del latte della gatta.

Con la crescita, il tuo gattino acquisisce nuove capacità digestive nei confronti di nutrienti più complessi, come l'amido. Ma questo processo avviene gradualmente, ed è quindi importante nutrirlo sempre con alimenti specifici adatti alla sua età. Per favorire il ricorso all’alimento più adatto al tuo gattino in base alla sua età abbiamo aggiornato le informazioni sulle nostre confezioni: è sufficiente rifarsi a quanto riportato sul sacco e in caso di dubbi chiedere al proprio Medico Veterinario.

In che modo l'alimentazione supporta la salute digestiva e le condizioni generali del gattino?

Un’alimentazione completa e bilanciata arricchita in nutrienti specifici contribuisce alla salute digestiva e supporta la crescita armoniosa del tuo gattino. Fibre attentamente selezionate combinate con proteine altamente digeribili aiutano a mantenere l’equilibrio della microflora intestinale nei gattini di tutte le età. Oggi, il tuo gattino è un piccolo concentrato di energia (come probabilmente già sai) e finché non raggiungerà i 3 mesi di età, avrà bisogno più del doppio di energia per chilogrammo di peso corporeo rispetto a un gatto adulto! Per fortuna, i quantitativi giornalieri raccomandati sono riportati sulle nostre confezioni – facile, no?

Torna all'inizio