Aiutare cani e gatti a vivere nel modo più sano possibile.
Gattino

Calicivirus felino nel gatto

Young cat sitting on an examination table being checked over by a vet.
Il calicivirus felino (FCV) è un virus molto comune tra i gatti. I sintomi di FCV includono secrezioni nasali, gengivite e ulcere della bocca.

Qual è la differenza tra FCV e FHV?

Il calicivirus felino causa l'FCV i cui sintomi abituali includono:

  • secrezione nasale
  • gengivite
  • ulcere della bocca

Si tratta di un virus "nudo", ovvero relativamente resistente nell'ambiente esterno e difficile da debellare. Dopo l'infezione potrebbero essere necessarie alcune settimane o perfino qualche mese, prima che il gatto possa riprendersi completamente.

L'herpesvirus felino (FHV) colpisce gli occhi sotto forma di congiuntivite e ulcere corneali, inoltre è causa di secrezioni nasali.

Questi due virus sono molto diversi, ma talvolta vengono confusi poiché sono spesso causa della "coriza felina", una sindrome caratterizzata da infezioni oculari (congiuntivite, secrezioni), secrezioni nasali, infiammazione e ulcere della bocca.

Possono verificarsi effetti collaterali in un gattino che soffre di FCV?

L'FCV può avere conseguenze drammatiche per i gatti, in particolare i gattini, in quanto influisce sulla loro capacità di mangiare. Il senso dell'olfatto è importante per l'alimentazione del gatto poiché un naso ostruito può portare a un rifiuto del cibo, verso il quale contribuiranno anche le dolorose lesioni che si formano dentro la bocca.

Come si diffonde l'FCV?

L'FCV si diffonde nei seguenti modi:

  • direttamente tra i gatti
  • da persone che accarezzano gatti infetti e non si lavano le mani

Gli oggetti che entrano quotidianamente in contatto con un gatto infetto, come ciotole per alimenti, gabbie e spazzole, devono essere puliti regolarmente per impedire la diffusione dell'infezione.

Il mio gattino può essere esposto a FCV quando entra in contatto con altri gatti?

Il tuo gattino potrebbe essere ancora esposto al virus se in contatto con altri gatti apparentemente sani.

Un animale che non mostra alcun segno di sofferenza può comunque essere portatore di alcune malattie, incluso il calicivirus felino. Questo portatore sano può rappresentare un rischio per gli altri membri della comunità, specialmente per i gattini.

Se contrae il calicivirus felino, il mio gattino può guarire?

Esistono vari ceppi di calicivirus felino, pertanto un gatto può essere infettato molte volte nel corso della sua vita, proprio come succede agli umani con il comune raffreddore.

È un errore comune ritenere che i gatti non possano guarire dall'FCV una volta che ne sono stati infettati. Infatti, dopo una prima infezione, un gatto sensibile può sviluppare o meno i sintomi. Dopo questa fase, continua a essere contagioso per un periodo compreso tra alcune settimane e diversi mesi, ma nella maggior parte dei casi si riprenderà. Questo è particolarmente vero se l'animale vive da solo e non è stato nuovamente contaminato.

Negli ambienti in cui vivono più gatti, il problema risiede nel fatto che il virus circola e i gatti vengono infettati continuamente (sia attraverso il contatto con altri gatti sia tramite l'ambiente contaminato, poiché il virus è resistente nell'ambiente esterno).

Tieni sempre presente che un gatto infettato da calicivirus che vive da solo dovrebbe riuscire a eliminare completamente il virus dopo un periodo che può variare da qualche settimana ad alcuni mesi.

Come posso evitare che il mio gattino contragga il calicivirus felino?

La vaccinazione del tuo gattino ti consente di prevenire malattie contagiose come l'FCV. Alcune vaccinazioni sono obbligatorie, mentre altre sono solo consigliate. La scelta di somministrare al gatto o al gattino un vaccino non obbligatorio dipenderà da fattori quali l'ambiente in cui vive, l'età, lo stile di vita e la risposta immunitaria.

Le vaccinazioni obbligatorie per i gattini includono:

  • calicivirus felino (FCV)
  • virus della panleucopenia felina (FPV)
  • herpesvirus felino (FHV-1)
  • virus della rabbia (RV)

Le vaccinazioni sono più efficaci quando vengono somministrate a date fisse con richiami in momenti specifici.

Quando dovrebbe essere vaccinato il mio gattino?

Le vaccinazioni iniziali dovrebbero iniziare tra le sette e le nove settimane di età. Fornisci al tuo medico veterinario tutte le informazioni necessarie affinché possa valutare il profilo di rischio del gatto e l'età migliore per la vaccinazione.

  • Crescita intensa

Metti mi piace e condividi questa pagina

Nutrizione su misura per il gattino

Formule nutrizionali che aiutano a sostenere le difese naturali del tuo gattino, favorire una crescita armoniosa e la salute digestiva.

Prodotti per gattini
Kitten product range pack shot
Articoli correlati
Adult cat sitting outdoors in long grass.

Quand'è che il mio gattino diventerà adulto?

Kitten cat sitting indoors by an orange food bowl.

Come alimentare i gattini

Adult cat running outdoors on gravel.

Come aiutare il gattino a rimanere in forma

Trova un medico veterinario

In caso di dubbi sulla salute del tuo gatto, consulta un medico veterinario per ricevere assistenza professionale.

Cerca vicino a me
Maine Coon adulto in piedi in bianco e nero su sfondo bianco
Cookie Settings