Accumula punti e vinci gadget, sconti e alimenti con il concorso PRIMI PASSI

Scopri di più
Cucciolo di Sacro di Birmania

Guida all'alimentazione e alla nutrizione dei gattini

Crescita rapida, scoperte e sviluppo: tre elementi che riassumono abbastanza fedelmente i primi mesi di vita di un gattino. Sapere come nutrire il proprio amico a quattro zampe fin dall'inizio è un aspetto fondamentale per favorire una crescita sana. Durante il primo anno di vita, il tuo nuovo membro della famiglia passerà dall’essere un gattino piccolo e fragile all’essere un giovane gatto adulto indipendente e curioso. La maggior parte delle razze feline raggiunge l'età adulta intorno ai 12 mesi, ma alcune impiegano più tempo: i Maine Coon, ad esempio, raggiungono l'età adulta a circa 15 mesi. In termini nutrizionali, il primo anno di vita rappresenta una fase delicata per un gatto. Le ossa, infatti, crescono e si induriscono e il cervello matura a un ritmo incredibile; per questo è necessario supportarlo adeguatamente con il giusto apporto di energia, proteine e altri nutrienti. La scelta di un alimento che fornisce l’equilibrio esatto di tutti questi elementi favorirà lo sviluppo del gattino e aiuterà a gettare solide basi per una vita in salute e benessere.

Gattini e gatti adulti: esigenze alimentari diverse

Le esigenze nutrizionali dei gattini sono molto diverse da quelle dei gatti adulti (e completamente diverse da quelle degli esseri umani). La loro alimentazione dovrebbe prevedere un apporto più elevato di energia e proteine rispetto a un prodotto per gatti adulti, al fine di supportare la crescita di ossa e muscoli, e una grande quantità di antiossidanti per aiutarli a rafforzare le loro difese naturali. Mentre esplora, gioca e soprattutto cresce, un gattino ha bisogno di alimenti su misura, in grado di fornirgli il giusto equilibrio di nutrienti per sostenere il suo sviluppo. Inoltre, sebbene le esigenze nutrizionali dei gattini possano variare da una razza all’altra, in quanto proprietario imparerai a conoscere il fabbisogno specifico del tuo amico a quattro zampe.

nutrire il tuo gattino in ogni fase della sua vita

Alla base della crescita: perché l'alimentazione del gattino è così importante

Visto da fuori, il tuo gattino sembra essere un concentrato di gioco, pisolini e coccole; in realtà, il tuo amico a quattro zampe sta attraversando un periodo di crescita intensa. È dunque fondamentale assicurarsi che la sua alimentazione sia all'altezza del suo sviluppo. Il nuovo membro della famiglia, infatti, necessita di moltissimi nutrienti essenziali durante questa fase delicata della sua vita. L’alimento scelto dovrebbe essere altamente digeribile per il suo apparato digerente non del tutto maturo ed essere adatto alle ridotte dimensioni di bocca e denti. Un alimento carente di sostanze nutritive appropriate può influire negativamente sullo sviluppo dell’animale. Per esempio, i gattini hanno bisogno di proteine per sostenere la crescita dei loro muscoli e del loro scheletro. Un apporto insufficiente potrà causare problemi alle articolazioni e alle ossa in età avanzata. Inoltre, se alla nascita i gattini sono protetti dall'immunità della madre, questa protezione in seguito svanisce; l’alimentazione deve dunque contenere antiossidanti per aiutare a supportare le loro difese naturali, soprattutto nel periodo che precede la vaccinazione.

Come si riconosce uno sviluppo sano?

Sebbene per tutti i gattini il ritmo di crescita sia intenso nei primi mesi di vita, le modalità variano da una razza all'altra. La maggior parte dei gatti raggiunge l'età adulta tra i 12 e i 15 mesi. Per esempio, un Singapura (conosciuto come la razza più piccola di gatto) non avrà di certo le stesse esigenze nutrizionali, in un determinato stadio di sviluppo, dei suoi più imponenti “cugini” Maine Coon o Persiani. È essenziale quindi avere a disposizione una tabella specifica in grado di fornire indicazioni sull'alimentazione dei gattini in base a razza ed età; è consigliabile inoltre rivolgersi al Medico Veterinario per ottenere consigli specifici per il proprio gatto. In questo modo si potrà essere certi che l'alimentazione del gattino gli fornisca sempre il giusto supporto per il suo rapido sviluppo.

Gattino curioso in piedi su un letto con una coperta bianca

Dalla nascita ai 4 mesi

In questa prima fase, il gattino cresce a un ritmo fulmineo. Un gattino di una settimana ha appena aperto gli occhi. Grazie al colostro della madre prima, che supporta le sue difese naturali, e al latte poi, il piccolo cresce di circa 10-30 g di peso al giorno. A un mese di vita, il piccolo fagottino si è già trasformato in un esploratore curioso e giocoso, anche se di piccole dimensioni. A questo punto, sarà pronto per iniziare lo svezzamento, un processo importantissimo per il piccolo, in quanto il gattino passa dalla completa dipendenza dalla madre per le sue esigenze nutrizionali all'autonomia. Il processo di svezzamento si conclude di solito intorno ai due mesi. Il primo alimento dovrebbe essere morbido, per facilitare il passaggio dal latte al cibo solido, e ricco sia di antiossidanti necessari per rafforzare le difese naturali sia di aminoacidi per favorire la crescita muscolare e cellulare.

svezzamento di un gattino che dorme

Dai 4 ai 12 mesi

La crescita del gattino continua con lo sviluppo di muscoli e ossa forti. La crescita è più intensa intorno ai quattro o cinque mesi, quando il peso del piccolo potrebbe incrementare di circa 100 grammi a settimana. Il tuo amico a quattro zampe avrà bisogno di un alimento con una maggiore densità energetica, che contiene cioè più calorie per grammo, rispetto a un cibo per gatto adulto. Tuttavia, è necessario considerare anche che l’alimento dovrebbe essere adattato alle dimensioni della bocca e dei denti da latte. Tieni sempre sotto controllo le porzioni offerte, per cercare di evitare aumenti ponderali indesiderati durante questa fase di crescita. A questa età, i gattini sono impegnati a giocare e ad affinare le loro abilità sociali. Durante questo periodo, il gatto attraverserà la pubertà e potrai iniziare a notare comportamenti tipici di un gatto adulto. Il tuo amico a quattro zampe, ad esempio, potrebbe iniziare a dormire fino a 13-16 ore al giorno. Dopo tutto, crescere, svilupparsi e socializzare è un lavoro faticoso!

gatto con ciotola su pavimento in legno

Gatti adulti

Quando il tuo gattino avrà circa un anno di età, potrai dire “addio” alla sua fase di crescita e passare alla vita con un gatto adulto. Il tuo amico a quattro zampe ha sviluppato denti definitivi, che lo rendono pronto per un alimento per animali adulti. Chiedi al tuo Medico Veterinario un consiglio per gestire questa transizione. L’alimentazione del gatto non dovrà più essere così densa a livello energetico, ma dovrà comunque fornirgli tutti i nutrienti essenziali, come gli aminoacidi, tra cui la taurina, e vitamine A e D. Dovrai decidere se offrire al gatto alimenti umidi o secchi (o entrambi) e scegliere quello più indicato per lui, tenendo conto del suo stile di vita e dei suoi livelli di attività. Nutrire il gatto con le quantità adeguate è importante per ridurre il rischio di un aumento di peso indesiderato.

 

Nutrire il gattino con alimenti umidi e secchi

1/3

Cosa dovrebbe mangiare un gattino?

Una delle domande più importanti che potrai porti all’inizio sarà cosa dare da mangiare al tuo gattino. Un alimento umido contribuisce all'assunzione di acqua e ha un aroma che può invogliare gli animali più esigenti ad avvicinarsi alla ciotola. Ricorda che i gatti sono più sensibili all’odore che al gusto. D'altra parte, un alimento secco rimane fresco nella ciotola più a lungo: una caratteristica perfetta per gli animali, come i gatti, che tendono a mangiare spesso e in piccole dosi.

Gatto thai che mangia cibo da una ciotola in casa
2/3

La consistenza delle crocchette offre un altro vantaggio

Le crocchette possono diventare un vero e proprio “spazzolino da denti”, che rimuove delicatamente il tartaro. In termini di tempistiche per l’introduzione di un alimento secco, invece, esistono crocchette reidratabili pensate appositamente per i gattini a partire da un mese di età, momento in cui inizia il processo di svezzamento. Una volta fatte le dovute ricerche, potresti giungere alla conclusione che la soluzione ideale sia in realtà un mix delle due tipologie, alternando quindi alimenti secchi e umidi o utilizzando entrambi contemporaneamente (ma non nella stessa ciotola: l’alimento umido renderebbe troppo molli le crocchette se non consumate subito).

Giovane gattino che mangia da una ciotola blu
3/3

Gestire la transizione

In ogni caso, è necessario effettuare gradualmente qualsiasi modifica all’alimentazione del gatto, per ridurre il rischio di disturbi gastrici. I gatti, infatti, possono essere sensibili ai cambiamenti nella loro alimentazione, dunque, è necessario prevedere una transizione lenta per cercare di evitare qualsiasi problema. Nelle prime settimane di vita, i gattini normalmente si alimentano grazie al latte materno; se questo non fosse possibile, un latte sostitutivo appositamente formulato per gattini potrebbe svolgere un ruolo nutrizionale importante. Non offrire latte di mucca a un gattino (e nemmeno a un gatto adulto). I gatti, infatti, non sono in grado di digerirlo e potrebbero sperimentare episodi di diarrea.

Gattino dal pelo lungo allattato con un biberon

La scienza alla base dell'alimentazione per gattini ROYAL CANIN®

Siamo specialisti della salute attraverso l'alimentazione personalizzata per soddisfare le esigenze uniche di ogni gattino. Per noi, nutrire il gattino non significa solo sostenere la sua crescita e fornirgli energia, ma anche supportarlo. I nostri alimenti forniscono un equilibrio ottimale di nutrienti per supportare le difese naturali, l'energia, la crescita e il mantenimento delle funzioni cellulari.

Un bellissimo gattino che lecca il latte da una ciotola posta sul pavimento del soggiorno accanto a una finestra

Creare il giusto ambiente per l’alimentazione del gattino

I gatti possono dimostrarsi sensibili nei confronti del cibo, non solo in relazione all’alimento ma anche al contesto nel quale consumano i pasti. Crea uno spazio tranquillo e calmo dove far mangiare il tuo amico a quattro zampe, senza che sia disturbato. Le zone in cui viene posizionato il cibo dovrebbero essere riparate dalla vista altrui ed essere dotate di una facile via di fuga. La ciotola non dovrebbe essere posizionata vicino alla lettiera ed è necessario prevedere ciotole distinte per cibo e acqua, per evitare che il cibo cada nell'acqua. L'ideale sarebbe non posizionare le ciotole del gattino nella zona dove pranzi. È bene ricordare che non è buona norma offrire ai gatti alimenti destinati all’uomo: il loro apparato digerente è diverso dal nostro e gli alimenti per l’uomo possono essere dannosi per la loro salute. Tenere separate le due zone ridurrà la tentazione di offrire gli avanzi di cibo al proprio gatto.

Un tenero gattino che beve dal rubinetto

Quanto dovrebbe bere un gattino?

I gattini dovrebbero bere circa 60 ml per ogni kg di peso corporeo, ma non è necessario un misurino: una parte di questi liquidi proviene dagli alimenti, per cui la quantità d’acqua dipende anche dalla tipologia di cibo assunta (secco o umido). Anche la temperatura, i livelli di attività del gattino e le sue condizioni fisiche generali influiscono sul suo fabbisogno di acqua. Assicurati che sia sempre disponibile acqua fresca e pulita e utilizza più ciotole da disporre possibilmente in punti diversi e tranquilli della casa. Cambia l’acqua almeno una volta al giorno e lava regolarmente le ciotole per ridurre il rischio di sviluppo di agenti patogeni. Le ciotole di vetro, porcellana o metallo rappresentano la soluzione migliore: alcuni gattini possono trovare poco invitante l'odore della plastica.

Ciò che un gattino mangia costituisce la base per una crescita sana: per questo è molto importante che l’alimentazione sia definita in maniera adeguata fin dall'inizio. La sicurezza di offrire al tuo gattino un alimento equilibrato, ricco di nutrienti essenziali in relazione alla sua razza e alla sua fase di crescita, ti permetterà di goderti questa emozionante fase della vita del tuo amico a quattro zampe.

Articoli correlati

Gatto giovane sdraiato su un tavolo da visita mentre viene visitato da un veterinario

Quando far sterilizzare una gatta?

Gattino in piedi in casa che si lecca i baffi accanto a una ciotola d'acciaio.

Nutrienti chiave per l'alimentazione di un gattino